MENU

HOMEPAGE SEI UN CANDIDATO? SEI UN AZIENDA? BLOG E-COMMERCE
Cerca annunci di lavoro
Fai la ricerca e candidati alle offerte che ti interessano
Regione
Categoria cerca
Pubblicato il 27 gennaio 2019 in Consigli
Il contatto visivo durante un colloquio di selezione
Quanto è importante il linguaggio non verbale durante un colloquio di selezione?
Hello guys,
 
a me gli occhi, please!
Tranquilli, non ho affatto intenzione di ipnotizzarvi. Semplicemente ci tenevo a farvi sapere che due candidati su tre nei colloqui di lavoro sono incapaci di mantenere il contatto visivo con il selezionatore. Timidezza, insicurezza, soggezione, imbarazzo? Fatto sta che stentano a sostenere lo sguardo, lo distolgono, lo abbassano, lo volgono altrove. Eppure il contatto visivo è un potente strumento di comunicazione. Ed è fondamentale, absolutely, per entrare meglio in relazione con un interlocutore. È incredibile quanto gli occhi siano espressivi e quanto cose si leggano negli occhi.
 
Se ancora non l’avete fatto, vi consiglio nuovamente di scaricare il nostro ebook gratuito “Come affrontare un colloquio di selezione?” dove troverete dieci suggerimenti per dare il meglio di sé. Uno di quei dieci riguarda proprio la comunicazione non verbale. In un colloquio non contano solo le parole: gesti, mimiche, tic possono ad esempio tradire perplessità, fastidio o disinteresse in palese contrasto con quello che si sta dicendo. 
 
Noi inglesi diciamo A picture is worth a thousand words. Cioè un’immagine vale più di mille parole. Un recruiter si basa non solo su ciò che sente ma su ciò che vede, o meglio che gli si fa vedere. Statisticamente, come leggerete tra le altre cose nell’ebook, un 38% dei candidati non accenna mai un sorriso, un 33% ha una brutta postura o si agita costantemente, un 21% se ne sta sempre a braccia incrociate oppure continua a toccarsi il volto o i capelli. Magari non siete dei musoni ma lo sembrate. Non siete assolutamente troppo apprensivi ma date la sensazione di esserlo. Non siete irascibili ma fate sospettarlo. Insomma, a volte basta poco per suscitare un’impressione sbagliata. Ma, quando se ne è consapevoli, basta poco per evitare che succeda!
 
A proposito di ebook gratuiti, nella sezione Palestra Lavoro di questo stesso sito potete scovarne altri due che forse fanno al caso vostro: “Le ho provate tutte”  “Figurati se mi assumono”. Take a look, ossia dategli un’occhiata.
At the next,
Mister Hire
Condividi questo articolo
Lascia un commento
invia
Sito realizzato da Yourbiz.it - Web Agency
Sei un candidato e vuoi contattarci? Clicca qui